Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

Tibet oggi: esiste ancora una possibile soluzione?

di Marco Lombardo

Sabato 31 agosto abbiamo parlato del Tibet: la storia di un popolo in lotta per il principio di autodeterminazione. Un inno alla speranza in un progresso pacifico e spirituale dell’umanità. Il dibatto ha visto confrontarsi Claudio Cardelli, Kalsang Dolkar, Paolo Pobbiati, Sangpo Tenzin.

Una lotta impari che vede un popolo di 6 milioni di abitanti fronteggiare una potenza di oltre 1 miliardo e 300 milioni di persone che hanno avviato un processo di sinizzazione del Tibet, cercando di annullare le millenarie tradizioni culturali e identitarie del Tibet.

Un popolo che è stato espropriato della propria terra e della propria libertà a causa di un’occupazione illegittima che dura da oltre 60 anni.

Una bandiera carica di speranza e spiritualità che è persino illegale sventolare in Tibet perchè chiedere l’indipendenza del popolo tibetano significa compiere un atto di eversione terroristica.

Una cultura pacifica che trova nel gesto estremo e terribile delle autoimmolazioni una forma di lotta politica per far sapere al mondo che non può chiudere gli occhi e voltarsi dall’altra parte.

Una serata in segno di profondo rispetto per la dignità del popolo tibetano ed in segno di amicizia verso l’associazione Italia-Tibet che da anni si adopera per diffondere e far conoscere la causa tibetana nel nostro Paese.

Freedom is not free. Free Tibet!

@ Grazie a Radio Radicale che ha mandato in diretta radiofonica l’iniziativa è possibile ascoltare tutti gli interventi della serata al seguente link: http://www.radioradicale.it/scheda/388962/tibet-oggi-esiste-ancora-una-possibile-soluzione

Il mio intervento nel seguente video:

 

TIBET_some

18 settembre 2013

© Marco Lombardo 2016