Sfide sociali

Le sfide sociali sono uno strumento per ricostruire la fiducia tra i cittadini e la politica. L'astensionismo e la disaffezione dei cittadini dovrebbe imporre una seria riflessione sul tema della rappresentatività e del funzionamento della democrazia nel nostro Paese.
 

La skarrozzata

21 maggio 2016
La skarrozzata nasce da un’idea semplice, pensata davanti a una pizza tra due amici, Enrico Ercolani e Matteo Giorgioni: far vivere per un giorno l’esperienza della carrozzella, nella convinzione che il tema della disabilità diventi davvero ineludibile solo se (e quando) ci tocca direttamente. Nel corso del tempo, da una passeggiata tra amici, la Skarrozzata è diventata un appuntamento aperto a tutta la città in cui un popolo festoso di cittadini e famiglie ha invaso Piazza Maggiore (edizione 2014) ed i Giardini Margherita (edizione 2015) con carrozzine, rollerblade, passeggini, biciclette e tutti i mezzi disponibili per passeggiare tra le vie della città, vivere e raccontare per un giorno la disabilità.
 

Musica per Monnalisa

27 gennaio 2016
Monnalisa è una bambina di 10 anni. Un’altra bambina, sua madre Thayalini che l’ha partorita a 14 anni, ha voluto chiamarla così credendo che fosse il nome di una regina italiana. Un nome italiano, in onore del medico italiano Massimiliano Fanni Canelles che nel 2005 l’ha fatta nascere, in Sri Lanka presso il centro crisi per donne abusate sessualmente durante la guerra del 2004. Un centro, fondato dall’associazione Koinonia, sostenuto dall’Associazione @uxilia di Cividale del Friuli di cui, il medico è Presidente.
 

Cucine popolari

16 dicembre 2015
Le cucine popolari sono un'idea nata dal sogno di Roberto Morgantini e tanti altri volontari di mettere a tavola la solidarietà tra gli uomini. Una "mensa laica" non dedicata ai poveri, ma progettata perché ogni giorno a pranzo si incrocino storie di vita, esperienze, e qualche volta fallimenti. Un luogo dove i volontari, oltre che dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno, riescono a mettere in relazione le solitudini, e a fare sentire le persone che lo frequentano, parte viva della società, attraverso il cibo, i sapori, la musica e l'ascolto.
 

Adotta una piazza

7 maggio 2016