Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

La nostra ‘Europa 2020’

di Marco Lombardo

È un momento epocale di cambiamento. Non sono entrati in crisi singole leadership. È entrata in crisi l’idea stessa della democrazia rappresentativa. Forse anche il modello socialdemocratico. Sbagliano – e di molto – quelli che pensano che basti confinare il voto elettorale ad un’anomalia tutta italiana per illudersi di poter evitare il contagio.

Sarebbe come non percepire un momento di crisi profonda che attraversa tutta l’Europa e passa da Alba Dorata al Partito Pirata tedesco e che ha trovato il nemico dei cittadini nell’Europa dei mercati e dell’austerità. La crisi economica e sociale che vive l’Europa da noi si abbraccia alla crisi dei partiti e della democrazia rappresentativa che ha perso tutta la sua credibilità agli occhi degli italiani.

Da queste premesse è nata la nostra idea di ‘Europa 2020’ una palestra di democrazia dove liberi cittadini europei si allenano a difendere e ricostruire dal basso il processo di integrazione europea.

C’è urgente bisogno di una nuova narrazione del sogno europeo. Non la prosaica affermazione dell’Europa che si autoaffermerà perchè giusta. E nemmeno la pragmatica risposta del ‘Lo dobbiamo fare perché è l’Europa che ce lo chiede’. Critichiamo anche noi l’Europa così com’è, in modo radicale, come stanno facendo gli euroscettici. Non è questa l’Europa dei padri fondatori. L’Europa dei popoli e dei cittadini. Ma le nostre conclusioni – a differenza degli euroscettici – sono radicalmente differenti.

Conoscere le ragioni della nostra paura vuol dire cominciare a neutralizzare ed accedere una speranza di cambiamento laddove gli altri si sentono persi, disorientati o navigano a vista. Non si arriva al cuore ed alle menti delle persone solo parlando dell’Italia Giusta senza muovere la paura dell’Italia sbagliata, corrotta, disonesta, antimeritocratica, vecchia che abbiamo tutti sotto gli occhi. Per questo dobbiamo prendere molto sul serio lo scenario della ‘Non Europa’ se vogliamo davvero costruire una nuova visione del sogno europeo.

E’ nato così un programma di lavoro ricco ed intenso che prevede incontri tematici di carattere bisettimanale, dove si confrontano gli scenari dell’Euro(pa) e della Non Europa.

E’ nata da questa lavagna bianca il racconto di un’avventura che coinvolge una Comunità di cittadini europei che ha ancora voglia di costruire un futuro diverso.

28 aprile 2013

© Marco Lombardo 2016