Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

Cambiare verso

di Marco Lombardo

Alle scorse primarie abbiamo sostenuto Pier Luigi Bersani nella convinzione che la delicata situazione di crisi economica e sociale dell’Italia richiedesse esperienza di governo e solide relazioni internazionali. La sconfitta elettorale del 24-45 febbraio ha dimostrato che la voglia di cambiamento del nostro Paese era molto più grande di quella che avevamo immaginato. Dopo il risultato elettorale, abbiamo apertamente criticato la gestione della formazione del Governo e dell’elezione della Presidenza della Repubblica, fino al voto dei 101 contro Romano Prodi che ha rappresentato il momento più basso della storia politica del Partito Democratico. Se il Governo delle larghe intese è stato il frutto di una serie di conseguenze ‘inevitabili’ è stata colpa, in primo luogo, di un gruppo dirigente che si è dimostrato inadeguato rispetto alle difficili sfide che stava affrontando.

Dobbiamo ripartire dal riconoscimento degli errori compiuti e dal coraggio delle scelte future da prendere. 

Abbiamo scelto di sostenere Matteo Renzi alla primarie del prossimo 8 Dicembre perchè per noi rappresenta il migliore candidato Segretario, il più credibile per interpretare la radicalità del cambiamento di cui il nostro Partito e l’Italia hanno profondamente bisogno.

Abbiamo scelto di sostenere Matteo Renzi perchè siamo convinti che sia l’unico candidato Premier in grado di vincere le prossime elezioni, ma soprattutto di restituire la speranza ed il futuro al nostro Paese ed all’Unione europea.

Ci impegneremo al fianco dei comitati Renzi presenti sul nostro territorio per spiegare i contenuti della sua proposta politica e programmatica,  nella speranza che tanti cittadini si iscrivano al Partito Democratico per portare nuove energie, competenze ed entusiasmo.

Alle primarie del prossimo 8 Dicembre il PD sceglie di cambiare verso. 

(Marco Lombardo – Simone Gamberini – Stefano Mezzetti – Renato Mazzuca – Matteo Lepore – Marco Benni)

3 novembre 2013

© Marco Lombardo 2016